La nostra storia comincia da qui.

/Storia
Storia 2019-02-13T10:14:35+02:00

Elevati verso il futuro.

La nostra storia parte da lontano e inizia nel settembre del 1957 con un giovane artigiano meccanico che lascia la sua città natale Cagliari per trasferirsi a Firenze, il suo nome è Vincenzo Pisà, che viene chiamato ed assunto a Firenze dalla Augusto Stigler Jr. S.p.A.

Rimarrà tre anni in Stigler e nell’ottobre del 1960 decide di passare ad occupare la posizione di responsabile tecnico in una piccola ditta di ascensori denominata S.S. Biagi di Livorno.

Alla prematura scomparsa di uno dei due titolari della Biagi quello rimasto, non se la sente di portare avanti la ditta e propone al suo fidato operaio Vincenzo di comprarla e, dopo tante paure ma disposto a qualsiasi sacrificio, accetta di acquistarla pagandola, negli anni, con il lavoro, dando vita alla S.S. Biagi di Vincenzo Pisà.

Nel 1977 entra a far parte della ditta, come apprendista, Maurizio, ultimo di quattro figli che, dall’esperienza maturata negli anni e per i disaccordi sulla gestione con il padre, dopo circa sei anni, lascia l’azienda.

Nel 1983 Maurizio costituisce la sua piccola ditta individuale Elevat di Maurizio Pisà con sede nella sua città adottiva Livorno e tre anni dopo convince il padre a cedergli la ditta che successivamente fonde nella Elevat di Maurizio Pisà.

Nel 1989 la ditta individuale, si trasforma in Elevat s.r.l., dando vita ad una vera e propria azienda che crescerà nel tempo, radicata in città e che ha fatto di Livorno il suo cuore, assumendo personale Livornese ed occupandosi di solidarietà per la sua città.

La nostra storia a tappe

Nel settembre del 1957 Vincenzo Pisà, padre dell’attuale presidente della società, con tutta la famiglia si trasferisce da Cagliari a Firenze, chiamato dalla Augusto Stigler Jr. S.p.A., come operaio specializzato. In pochissimo tempo diventa il responsabile tecnico della filiale di Firenze!

Il suo lavoro lo porta spesso a Livorno, città di cui si innamora, sia per il clima marittimo, che gli ricorda la sua Cagliari, sia per il carattere dei suoi abitanti.Così, quando nel 1960, i titolari della ditta individuale S.S. Biagi di Sergio e Silvio Biagi, gli propongono l’incarico di responsabile tecnico dell’azienda, egli lascia la Stigler e si traferisce a Livorno.

L’anno dopo, viene a mancare prematuramente uno dei fratelli della S.S. Biagi. L’altro, rimasto solo, non se la sente più di mandare avanti la ditta; prima di chiuderla, chiede a Vincenzo se vuole rilevarla. Pur non avendo i mezzi finanziari sufficienti, Vincenzo gioca il tutto per tutto ed accetta la proposta, a condizione che possa pagare il prezzo con i risultati del proprio lavoro!

Il sig. Biagi, che ha avuto il tempo di conoscere le capacità professionali e l’onestà del suo dipendente, accoglie la richiesta e cede la ditta a Vincenzo, che la chiamerà S.S. Biagi di Vincenzo Pisà, mantenendo la sede a Livorno, in un piccolo fondo in Via Salvini, 24, fino al 1963, quando si trasferirà in Via G. Marradi, 175 (Palazzo Valerio).

Passano anni, durante i quali Vincenzo, secondo le previsioni degli ex titolari della ditta, dopo aver regolarmente onorato il proprio debito, sviluppa incessantemente l’attività dell’azienda, fino a portarla a livelli di riconosciuta affidabilità diventando fiduciario e concessionario della FIAM S.p.A. (Fabbrica Italiana Ascensori Montacarichi).

Nell’ottobre del 1977, Vincenzo fa entrare in ditta, come semplice apprendista, il figlio minore Maurizio, avviandolo man mano ad imparare il mestiere di operaio specializzato. Maurizio ha nuove idee e spirito di iniziativa; il che, dopo qualche anno, lo fa entrare in conflitto generazionale col padre.

Nel 1983 il figlio si dimette dalla S.S. Biagi di Vincenzo Pisà e costituisce una piccola ditta individuale, col nome “Elevat di Maurizio Pisà”
La nuova aziendina si fa spazio rapidamente sul mercato locale; tanto che, dopo soli tre anni, Maurizio chiede al padre di vendergli la S.S. Biagi di Vincenzo Pisà.

Vincenzo, preso atto del successo imprenditoriale del figlio, capisce ed asseconda le sue intenzioni, accettando la richiesta e, nel 1986, la S.S. Biagi di Vincenzo Pisà viene fusa nella “Elevat di Maurizio Pisà”!!

Continuando nel proprio successo, nel 1989 Maurizio trasforma la ditta individuale in società di capitali dando vita alla Elevat S.r.l.

La rapida espansione, il consolidamento della fiducia del mercato, la fama di precisione e correttezza, nel corso degli anni rendono la Elevat un esempio da seguire ed un avversario “noioso” per le multinazionali del settore, che si vedevano portar via porzioni di mercato dove, fino a qualche tempo prima, la facevano da padrone.

Già nel 1992 inizia il “corteggiamento” della Ceam di Bologna, società del Gruppo Otis, il colosso americano, presente in tutto il mondo e, nel 1994, dopo circa due anni di insistenze da parte di alcuni dirigenti della Ceam, diventati “amici”, Maurizio accetta di cedere il 50% del ramo d’azienda degli ascensori della Elevat e costituire una nuova società denominata “Elevat Ascensori S.r.l.” partecipata al 50% dalla Ceam e al 50% dalla Elevat S.r.l.

Nel 1996 la Elevat Ascensori srl si trasferisce dai locali di Via Marradi 175 alla nuova sede, appena costruita da Maurizio, nella nuova zona industriale “Picchianti” di Livorno, in Via dei Cordai, 37/39, dove si trova ancora oggi.

Nel 2000 la Elevat Ascensori srl incorpora la Balloni Elevator Service, anch’essa controllata dalla Ceam.

La penetrazione dell’azienda nel mercato Livornese e limitrofo continua ininterrottamente, in virtù della buona qualità degli impianti installati e dei servizi di manutenzione ed assistenza, precisi e puntuali che la portano, nel 2001, ad ottenere la prima certificazione di QUALITA’ ISO 9001:2000 e la certificazione ETICA SA8000.

Dopo anni di proficuo sviluppo, col cambio ai vertici della Ceam, disposto dalla casa madre Otis, cominciarono a manifestarsi forti divergenze sulle politiche aziendali, fra Maurizio ed il nuovo A.D.

Ad un certo punto, due fattori determinarono la decisione di rompere l’alleanza con Ceam – Otis:
1) un progressivo smobilizzo della stessa fabbrica della Ceam a Bologna;
2) un’evidente politica di espansione e di consolidamento dei marchi esclusivi del gruppo Otis.

Prevedendo il rischio di dover subire a breve forti pressioni e nuove direttive, contrarie alle proprie idee e convinzioni (ad esempio: importanti tagli del personale), Maurizio decise di dare battaglia, per liberarsi dal controllo del gruppo multinazionale.

Dopo oltre un anno di trattative estenuanti e di diatribe legali, nel novembre del 2012, la Ceam Srl si decise a cedere la sua maggioranza del 58% alla Elefin Srl, società interamente posseduta dell’attuale presidente.

Finalmente, con una nuova compagine sociale tutta italiana di cui, ancora oggi, fanno parte alcuni collaboratori, come Matteo Balloni, Deborah Balloni e Stefano Becuzzi.

La barca poteva riprendere la propria navigazione, libera da vincoli e da condizionamenti esterni.

Elevat Ascensori Oggi

Il successo della Elevat Ascensori è dovuto soprattutto alla particolare attenzione alla qualità del prodotto, all’installazione, alla manutenzione ed alla assistenza degli impianti elevatori che gestisce.

Nel tempo essa è riuscita a costruire, giorno dopo giorno, una realtà solidamente radicata nel proprio territorio, riconosciuta per la sua costante vocazione alla Qualità dei Prodotti e soprattutto dei Servizi e alla ricerca costante della soddisfazione del Cliente.

Non a caso, essa può vantarsi del fatto che, con molti clienti, i suoi rapporti di collaborazione si sono trasformati in rapporti di vera amicizia, che durano ormai da oltre quarant’anni !!!

Vuoi saperne di più? contattaci.

[]
1 Step 1
Nome
Cognome
Via
N° Civico
CAP
Città
Provincia
Telefono
Messaggio
0 /

CONSENSO PRIVACY 

Conosciute le finalità e le modalità di elaborazione dei dati che mi sono richiesti e sapendo che in qualsiasi momento potrò chiederne modifica o quando possibile, la cancellazione:

Acconsento al loro trattamento da parte della Società Elevat Ascensori Srl
Non acconsento all'invio di materiale informativo dalla Società Elevat Ascensori Srl
keyboard_arrow_leftPrevious
Nextkeyboard_arrow_right